venerdì 30 novembre 2012

Il boss, torna in Italia. Le date del tour...

Napoli, Padova, Milano e Roma, saranno le tappe italiane del tour 2013, di Bruce Springsteen !

4 date, che il "Boss", dedicherà al nostro paese !
Sul sito ufficiale, sono quindi state assegnate tutte le date del tour europeo che, per quanto ci riguarda, vedrà le seguenti esibizioni del grande artista americano:

Napoli - 30 maggio - Piazza del Plebiscito
Padova - 1 giugno - Stadio Euganeo
Milano - 3 giugno - Stadio San Siro
Roma - 11 luglio - Rock in Roma

17 date, in tutta Europa, per il 2013 del "Wrecking Ball World Tour 2013", che porterà la leggenda del rock, in 80 concerti disseminati in tutto il mondo !!!

E visto che l'ho nominato, fatemelo ricordare come piace a me...




mercoledì 28 novembre 2012

Clini, il MOSE è urgente finirlo...

Pochi giorni fa, alla conferenza annuale di Doha (Quatar), si è discusso di ambiente e clima. 

Beh, non starò certo qui a raccontarvi cos'hanno concluso, non ci provo nemmeno a parlarvi di conclusioni, da questa conferenza di rappresentanti, pro tempore, dei vari paesi... 

In genere, si lanciano allarmi sul clima e sull'ambiente, si prende atto dei cambiamenti in corso; ma poco, in concreto, si fa. 

L'ambiente ed il clima, richiedono ingenti risorse da investire e, politiche a lungo termine che prevedano cambiamenti. 
Inutile dire che, oggi, soprattutto i paesi più ricchi ed in forte affanno, non sono in grado di produrre politiche a lungo termine; meno che mai, quindi, si investiranno a breve somme per l'ambiente, anche se queste, avrebbero notevoli ritorni economici. 
Saper guardare a lungo termine, è diventato ancora più difficile di quanto non lo fosse già, prima della crisi. 

Non mi azzardo, a parlarvi di quello che dovremmo fare, come genere umano, e non facciamo. Lo sappiamo tutti, noi, comuni cittadini, cosa si dovrebbe fare. 

Comunque, tra le varie dichiarazioni carpite nella rete, ce ne sono alcune che vorrei sottolineare, del nostro attuale ministro dell'ambiente, Corrado Clini. 

Sul piano teorico, quindi, per quanto di giusto detto (e chissà se si farà), il ministro ha annunciato, intervenendo al tg1, e commentando la serie storica degli eventi climatici degli ultimi 15 anni in Italia, che presenterà nei prossimi giorni al Cipe un piano di interventi per l'adattamento al cambiamento climantico e la messa in sicurezza del territorio che comporta investimenti per circa 40 miliardi euro in 15 anni''.

Bello, giusto, interessante; ma si farà ?! Di urgenza in urgenza, il nostro stato non ha quattrini da investire, ed è quindi molto probabile, che se ne riparlerà alla prossima emergenza...

Più interessante, volendo parlare di cose concrete, è quanto il ministro ha detto qualche giorno fa, da Doha: "...bisogna essere pronti ora ad affrontare il peggio. Venezia come tutte le zone costiere del nostro Paese deve prepararsi a eventi climatici più severi di quelli che abbiamo già conosciuto. E' urgente finire in fretta il Mose". 

Qua, si pensa solo alla crisi; capisco quanto siano urgenti anche le proposte sopra, ma, volendo essere estremamente concreto, vorrei imbastire un ragionamento su quanto già c'è, di approvato, ma che serve RAFFORZARE, per avere grandi benefici, anche a breve termine.
Da poco il governo ha stanziato nuove tranche di finanziamento del il MOSE; ma i soldi, sono sempre pochi, ed occorre fare in fretta, com'ha ben chiarito il ministro.
Il MOSE, infatti, non costituisce solo la salvezza per Venezia, ma anche tanto lavoro, e questo puà aiutare, nel brevissimo termine... 
Ma, ancora, e mio dire, il MOSE, è una grandissima opera italiana che potrebbe essere una grande pubblicità, per il nostro paese. Ma bisogna velocizzare la conclusione dell'opera, rallentata per anni dalla politica, e dalla mancanza di soldi...

Finire in fretta questa opera, sarebbe una mano santa, e sapete perchè lo credo ?! 
 
Perchè il MOSE, potremmo esportarlo in TUTTO IL MONDO !!! 

Non ci credete ?!

Non è più fantascienza, dire che esistono molti posti, nel mondo, che rischiano di sparire; dal punto di vista ecologico ed ambientale, probabilmente, non si smuovono investimenti, purtroppo. 

E non credo il MOSE, sia applicabile ovunque; non credo infatti, sia possibile, forse, salvare Nauru, che da anni chiede al mondo aiuto.

Ma, pensate, quando l'acqua minaccia enormi città, e quindi migliaia di miliardi di euro di valori !!!

Nell'ultimo atlante che m'è capitato in mano, qualche giorno fa, ho addirittura trovato una mappatura di città e luoghi a rischio; New York, Hong Kong e molti altri posti, del mondo, potrebbero, nei prossimi anni, rischiare sul serio...

Se finiamo il MOSE, prima del '16, potremmo rilanciare l'immagine di un made in Italy a livelli tecnologici, o no?! 

Possiamo esportare in tutto il mondo questa opera, o no?!?

E state tranquilli, per i tempi, quando costruiamo all'estero, chissà perchè, siamo velocissimi...

  

lunedì 26 novembre 2012

Platoon

Stasera, vorrei scrivere qualcosa su questo grande film di Oliver Stone.
Il regista, ha visto il fronte; è stato in Vietnam come volontario nel 67/68.
Forse è per questo che il suo Platoon, rimane per me uno dei più grandi capolavori della cinematografia di guerra, ma non solo.

Chris Taylor (Charlie Sheen), il protagonista, è un giovane volontario; scrive dal fronte alla nonna, sprofondando lentamente dentro se stesso, i suoi tormenti e quelli del suo plotone... 
Una guerra, quindi, che viviamo con gli occhi innocenti di un volontario che, dopo mesi, comincia a vedere i due volti del conflitto, attraverso due teorie ben precise e contrapposte...

Tutta la storia, è ovviamente ispirata a qualcosa che, il soldato Stone, ha vissuto in Vietnam, durante il suo turno biennale...

Chris, viene subito impegnato in operazioni di "search and destroy", quindi, presto incontrerà la morte, ma anche una brutalità, che lo porterà a combattere una guerra interiore.
Come spiega Chris, nel finale, è proprio la guerra interiore una delle guerre da combattere per rimanere umani, per mantenere il "possesso della propria anima"...

Così, come spesso ho avuto modo di pensare anch'io, quando mi sono trovato in situazioni difficili (mai quanto un conflitto), e come forse tutti abbiamo avuto modo di sperimentare nella vita, spesso le persone cambiano proprio nelle situazioni "difficili".
Nel quotidiano, non sai mai se hai vicino a te un Burns o un Elias, questo penso.

 

Mantenere il possesso della propria anima, e della propria umanità, è una virtù dei pochi giusti, in ogni situazione difficile; e la guerra, si sa, è la più estrema delle situazioni difficili che possa coinvolgere grandi popolazioni di esseri umani...

E la compagnia, infatti, si troverà presto divisa, tra la brutalità del cinico Sergente Bob Burns (Tom Berenger), e l'umanità del disilluso Sergente Elias (Willem Dafoe)...
Chris, vorrebbe denunciare le brutalità, ma rischierà la corte marziale prima, e la vita, poi, per difendere la propria umanità in quella che, forse, è una perenne battaglia interiore degli esseri umani, in qualunque guerra ed in qualunque tempo...

Noi, civili che viviamo in tempi di pace, possiamo solo illuderci della nostra civiltà, della saldezza dei nostri intenti, dei nostri valori; sono convinto che solo pochi tra noi, possano all'interno di un gruppo che vive situazioni drammatiche, che siano di guerra o meno, mantenere quel posseso di se, di quei valori fermi ed assoluti, che fanno di ognuno di noi un vero e pieno essere umano.



Burns vince, Burns è sbrigativo e Chris stesso, lo segue, quando si tratta di vendicare i troppi caduti; ma la situazione, diventa ben presto insostenibile, non solo per il nostro protagonista...

E' nelle situazioni al limite, e la guerra è la situazione limite per eccellenza, che chiunque tra noi, potrebbe trasformarsi in un mostro, in un violento, in un killer che spacca crani ai civili, come Bunny; oppure, rimanere, tra tanto orrore, una persona come il Sergente Elias, che muore per difendere i principi elementari, per rimanere umano anche se combattente, per difendere dentro se, e al gruppo, quei sentimenti e quei valori che ci qualificano come esseri umani, prima ancora che soldati...


 


Inutile e falso, dirci tutti amici e solidali di Elias; tra di noi moltissimi "terrebbero" per Burns, statene certi, come forse, tiene anche il comandante, nel film, a questo micidiale sergente...
Vuoi per reazione violenta alla paura, vuoi per conformarsi al gruppo, vuoi per non aver grane o noie, i Burns ci sono sempre stati e sempre ci saranno...

E' come il "lato oscuro" della forza, c'è anche il pregiudizio che la violenza, in guerra, sia vettore di salvezza; ma, come tutte le attività umane, anche la guerra, ha le sue regole, i suoi codici, e se viene combattuta come Burns, oltre all'innocenza, si perderà per sempre la propria anima. 
E forse, in definitiva, oltre all'anima, si perde la guerra stessa, se una larga parte di un gruppo, perde la bussola, l'orientamento e quindi gli obbiettivi veri e prioritari, ovvero, salvare la pelle, e, magari, anche quello che c'è sotto...

Burns ed Elias, sono dentro di noi, ma grazie a Dio, viviamo ancora in tempi di pace, molto difficilmente vivremo mai simili conflitti interiori, molto difficilmente, come Chris, ci sentiremo figli di quei due...

Possiamo ogni giorno illuderci, insomma, per concludere, che siamo tutti retti e buoni; qui, le nostre incongruenze, i nostri difetti, se non altro, non dovrebbero fare vittime innocenti...
Speriamo di non dover mai vivere di questi dilemmi.
Anche se con la crisi, e la guerra economica che viviamo, di Burns, se ne vedono sempre di più, ed hanno gioco facile, oggi... 

 
Grandissimo Oliver Stone, Grandissimo Platoon !!!

«When I die, bury me upside-down, so the world can kiss my ass»

Primarie CS, la chiara indicazione della nostra imminente fine...

I dati su queste primarie del Centro Sinistra, li trovate in giro.
Provvisori o definitivi che siano, comunque, si può dire già qualcosa...

Perchè questo titolo ?!

Se qualcuno non ha chiara la situazione generale del paese, prima di commentare i dati delle primarie, prego cortesemente rivedersi i dati economici italiani.

Ma giusto i dati sul PIL, sulla disoccupazione e qualche altro dato secondario dell'OCSE, cosuccie tipo la qualità della nostra giustizia, scuola, etc...

Fatto ciò, potrete meglio comprendere come giudico queste primarie.

Signori, la situazione d'Italia, è DRAMMATICA; per risolverla, urgono soluzioni NUOVE e di brutto.
Su questo, credo solo i deficenti non concorderanno.

Quindi, in primis, mi risulta oltremodo assurdo, che venga riconfermata, in prima istanza, la persona di Bersani.
Definito dalla moglie stessa, USATO SICURO.

Signori miei, quello che han fatto fin qui, compreso Bersani quando ha governato, è stato solo MALE, POI MALE E MALE ANCORA !!!

Sono decenni che procediamo in caduta libera, e qualcuno pensa che possano andare minestre riscaldate ?!? Brave persone, che già ci hanno dimostrato incapacità, pronte a perseguire le solite vie ben note, senza toccare minimamente i consueti interessi di stato (o di apparato, dovrei dire)...
Da mesi, sostengo la facilissima tesi, che Monti, per salvare la facciata d'Italia, ha ammazzato gli italiani; è lungo il discorso per dimostrarlo, ma abbastanza evidente a tutti.
A tal proposito, sarebbe utile, oltrechè intelligente, che un popolo dabbene, civile e non colluso, con questo sistema di potere schiacciatutto, NON votasse MAI PIU' i partiti che hanno sostenuto Monti ! MAI PIU' !!!

E, invece, in milioni si sono recati alle primarie del Centro Sinistra; pur volendo salvare chi, sperando, ha votato Renzi, e Vendola, che comunque hanno chiarito di non voler seguire il corso di Monti, c'è un 44% di bersaniani...

O gli italiani, non hanno capito la situazione, o c'è dell'altro sotto...
Unico spunto di riflessione e speranza, sono i numeri di Renzi che, CONTRO la stragrande magigoranza di parlamentari PD, e dell'intero partito, è arrivato a quella percentuale interessante...

MA NON BASTA, per poter dire a chiare note: BASTA !!!
E chi, oggi, non dice BASTA, è qualcuno che NON HA AFFATTO CAPITO LA SITUAZIONE !!!

Non crediate, cari elettori di Bersani, che la situazione, se tocca gli altri, non tocca voi; a breve altra disoccupazione e fallimenti, riempiranno la cronaca di una economia morente, quella poi deputata a pagare solo i conti di uno stato infame, retto da una casta altrettanto infamante...
I conti, non tornano più da mesi e immense sacche di povertà, saranno a breve un problema di TUTTI !!!

Queste primarie, sono un drammatico segnale di una presa di coscienza della situazione che STENTA A MANIFESTARSI !!! 
Quantomeno, per molti dei votanti, questo posso dire...

venerdì 23 novembre 2012

Film di guerra: La sottile linea rossa

Film di guerra, non li ho visti tutti, ma quasi...
Oggi, e qui, comincio ad approcciare, i capolavori, del genere, con questo film americano, del 1998: La sottile linea rossa (The thin red line).

Un film, con un cast straordinario che, tra gli altri, comprende George Clooney, Sean Penn, Nick Nolte e Woody Harrelson, ma anche Jhon Travolta, John Cusak... Tutti impegnati in prima linea, per raccontare la battaglia di Guadalcanal per il controllo del Pacifico, durante la seconda guerra mondiale.

Un film grandioso, incisivo, che dipinge soprattutto, il conflitto interiore che ogni soldato vive.

La "Sottile linea rossa", fu candidato a 7 Oscar. Forse meno famoso, di altri capolavori, è per come l'ho visto io, una via di mezzo tra i due maggiori capolavori nella filmografia di guerra.
Almeno, io ci vedo la via di mezzo, tra le atmosfere oniriche di "Apocalypse now" e la realtà spaventosa e vivida degli assalti a fuoco di "Salvate il soldato Ryan".

Perchè in questo film, così, si vive con ansia l'assalto alla collina da prendere a tutti i costi; tra il sogno ed i ricordi dei soldati, ed il terrore della morte, tangibile a ogni metro...

Sotto il tiro nemico, con la morte in agguato, che colpisce, quasi a caso, perchè non si ha scampo o difesa, se non qualche ciuffo d'erba, qualche piccolo dosso dietro il quale nascondersi, mentre si sale, andando incontro al nemico...

Rimane più introspettiva, quell'atmosfera onirica di cui parlavo; in questo film, si sentono, si vedono e si vivono, anche i pensieri dei vari soldati.

Sogni e ricordi veri, potenti, a volte drammatici, pensieri che rendono vicini ed attuali a noi, questi uomini del 1942.

E solo Dio sa, quante volte nella Storia, ci siamo dimenticati le lezioni, ci siamo dimenticati le guerre; vedere un film, dove gli uomini, ora bisnonni, sono così vicini a noi, può aiutarci a riflettere.

Non c'è onore nella morte, nessuno nei corpi spenti, riflette uno dei soldati pensando alla madre, mentre la battagli infuria...

C'è il colonnello che vuole fare carriera, il capitano taciturno che non vuole mandare al macello i suoi, il sergente veterano e quello impazzito, e quello che pensa sempre alla moglie.
Poi c'è il protagonista, che lo è forse per solo per l'intensità dei pensieri, con i suoi ricordi di spiagge esotiche e indigeni pacifici.

Un protagonista che dopo aver disertato, torna a combattere, quasi con il sorriso e salva la vita a molti suoi compagni, eppure, incede come sonnambulo, sul campo di battaglia... Lui, torna a combattere, quasi si fosse già arreso al destino scontato degli eroi, in un posto dove morire è questione di millesimi ...
Pensare che ci sono veterani di questa battaglia ancora in vita, mi fa sempre molta impressione; questi erano i nostri bisnonni o nonni, e qui, si racconta quello che hanno vissuto, più o meno in ogni angolo del mondo...

la guerra io la giudico cosi : l'incoprensione fra gli uomini

Film di guerra: Bat 21...

Dopo parecchio tempo, torno a segnalare qualcosa dalla corposa filmografia di guerra, mia passione secondaria, insieme alla SF...
I più grandi capolavori, li abbiamo quasi visti tutti, beh, qui vi segnalo quello che, sicuramente, pur non passando come capolavoro, rimane un gran bel film. Avvincente, emozionante, e soprattutto basato su una storia vera.

I due protagonisti principali, sono peraltro una garanzia assoluta di qualità e le parti gli calzano a pennello: Gene Hackman, e Danny Glover, che sono rispettivamente il Colonnello Iceal Hambleton ed il pilota ricognitore Bartholomew Clark...


Durante una ricognizione aerea in Vietnam il tenente colonnello Hambleton è costretto a lanciarsi col paracadute in territorio nemico.
Il capitano Clark, a bordo di un elicottero, cerca di trarlo in salvo.

Al film, tratto da un libro di William C. Anderson, e basato su una vicenda realmente accaduta, ha collaborato il vero ufficiale protagonista della vicenda...
E direi che la partecipazione forse rende il film particolarmente realistico nella sua continua tensione, nel continuo terrore in cui lo spettatore, infine si cala, temendo di non farcela...

Passaggi stupendi, azione avvincente; il dialogo tra disperso e salvatore, sembrano reali come quanto l'accaduto e direi che la storia del povero Hambleton, non è poi la prima o l'ultima di tale fatta...
Il Colonnello, ascoltato dai vietcong, si inventa uno stratagemma per segnalare costantemente la propria posizione a Clark, utilizzando una ideale sovrapposizione tra la cartina del posto e un campo di golf noto ad entrambi...

E buca dopo buca, il Colonnello Hambleton salva la pelle.

Una storia simile, credo poi costuituisca l'incubo per ogni aviatore che, generalmente, vive dall'alto gli orrori e le violenze che sono il pane quotidiano per la fanteria; ovviamente trovandosi in un teatro di guerra...

Ed infatti, Hambleton, salva si la pelle, ma vede anche morire dei soldati, per la prima volta, pur essendo un veterano; a terra, sarà costretto anche ad uccidere, pur di sopravvivere ed uscire dal territorio nemico...

Un'aviatore senza le sue ali, che si trasforma in un fante, in un fuggitivo, dietro le linee nemiche, un disperato che cerca di scappare, potendo contare su pochissimi aiuti; aiuti che, peraltro, patiranno anch'essi dovendo sorvolare zone pericolosissime, pur di salvare una sola singola vita umana...

Non sarà un capolavoro, ma Bat21, rimane sempre uno dei miei filmoni preferiti, da gustare in assenza di famiglia nei paraggi :D
Per chi non l'ha mai visto (possibile ?!?), lo consiglio, perchè questa pellicola, merita !
Bat 21 ha anche ispirato moltissimi airsoft game, impostati come nella storia, con un pilota che scappa e due gruppi che se lo contendono, più o meno...
Una situazione da simulare, insomma, per addestrarsi al peggio. 

mercoledì 21 novembre 2012

Forever casta !!!

Giuliano Amato, uno dei simboli viventi di questo stato, nei giorni scorsi, è stato protagonista di una proposta che, ancora una volta, ci fa comprendere quanto sia scollegata da noi, la CASTA.

La svergognata casta, oramai, quella che ci guida verso il default sicuro, in questa FARSA senza fine; ancora una volta, arriva l'insulto, a quanto rimane di un popolo vinto e colpevole, a questo punto...

"Un trentenne eletto in Parlamento, dopo due mandati, cioè a quarant'anni, che cosa dovrebbe fare mentre aspetta di compiere i sessantacinque? L’esodato di Stato?"

Con queste parole Giuliano Amato ha sollevato un grave "problema sociale", al Corriere della Sera, un problema che colpisce un pugno di privilegiati e che dovrebbe impegnare il legislatore, in questo momento, a ricercare una pronta soluzione !!!
Una proposta per risolvere questo problema sociale, arriva da chi, con i suoi 31 mila euro lordi al mese di ricchi emolumenti (più annessi e connessi, c'è da scommetterci), è degno rappresentante di una casta di zombie !!! 
Ebbene, Amato vuole proporre, per legge, una indennità di reinserimento come se un politico che cessa di fare l'onorevole faccia fatica a trovare un lavoro e fosse indispensabile, per vivere, un assegno di Stato.
Ma non è solo una questione di facilità o meno a trovare lavoro, perchè gli "esodati di stato", come li chiama Amato, potrebbero anche essere aiutati come gli altri...
Si scorda di sicuro, il sig. Amato, che i deputati, a fine mandato, prendono già una "buona uscita" esorbitante? 
Nel 2008, con la caduta del governo Prodi, Angelo Sanza prese 337mila euro, Luciano Violante 271mila, Alfredo Biondi 278mila euro, Clemente Mastella 307mila euro, Armando Cossutta 345mila euro...
Buona uscita, che riguarda anche i consiglieri regionali, tra i quali ricordiamo, ad esempio, il "caro
 Trota", dimessosi dalla Regione Lombardia, con un' assegno da 40mila euro.
Con che coraggio, il signor Amato, già due volte presidente del consiglio, Senatore e politico da tempo immemore, Cavaliere di gran croce dell'ordine al merito della Repubblica, propone questa legge ?!
Qui, oramai a gran voce, tutti attendono segnali di morigeratezza, e di ESEMPIO, dai politici; pur senza illusioni, ognuno che oggi si ritrova nelle difficoltà, GRIDA all'abbattimento sostanziale e lineare di TUTTE le pensioni d'oro che circolano... 
E cosa ti propone Amato, in un momento di grave recessione, dove ti chiudono 300.000 ditte, dove i milioni stanno a casa, o in CIG; cosa ti propone uno dei più degni rappresentanti della casta ?!? Altre agevolazioni per la casta stessa !!!
E sottolineo pure, che, avvicinato da una giornalista di Rai2, il suddetto si è anche urtato delle domande, entrando nella sua auto blu e sfrecciando via, rispondendo in malo modo...
Signori, l'ennesima pisciatina in testa al popolo italiano, è servita.
Continuare a subire questa dittatura e questa farsa antidemocratica, senza esempi, con un caos di priorità assurde di chi legifera è un chiaro segno di INCIVILTA' e colpevolezza del popolo italiano.
Urge maxi-processo, urgono purghe profonde di parte dell'apparato; urge uno smantellamento di questa PRIMA, indegna e violenta repubblica che oltraggia la ragione, il buonsenso, il decoro, l'onore dei cittadini dabbene e, da ultimo, il sacrificio di milioni di caduti per costruire questo stato...
Mille volte meglio una sterilizzazione totale, mille volte meglio, una guerra civile, di questo indegno e lento morire, di questo genocidio beffardo e canzonatorio !!!  Le generazioni future, ci ricorderanno come un popolo di idioti, di collusi, di pecore; se continuiamo così, siamo spacciati.

lunedì 19 novembre 2012

Droni volanti e di terra; continuano gli investimenti USA...

Il governo degli Stati Uniti, sempre più impegnato nel realizzare droni da supporto tattico, è preoccupato che i suoi robot e droni senza pilota possano cadere nelle mani sbagliate.
Da questa esigenza di sicurezza, è scaturito un contratto di fornitura, per lo sviluppo di software, che ci chiarisce quanto sia importante questo aspetto, e quali saranno gli sviluppi per la robotica, in campo bellico, nei prossimi anni...
Big Dog, l'antesignano dell'LS3

La australiana NICTA (National ICT Australia) , ha siglato un accordo per 18 milioni di dollari con il governo degli Stati Uniti per proteggere i droni senza pilota e autonomi, in caso di attacchi remoti.


Il progetto ha lo scopo di proteggere i sistemi relativi al supporto e controllo senza equipaggio a terra e aerei, e dei dispositivi medici. 
Essa rientra nel portafoglio della Difesa degli Stati Uniti (Advanced Research Progetto Agency -DARPA), o più specificamente, nel programma Assurance Cyber ​​military Systems (HACMS).
DARPA è stata la principale agenzia che sovrintende la realizzazione di alto profilo per robot autonomi terrestri , come il sistema Legged Squad Support (LS3), che può accompagnare le truppe attraverso il terreno difficile, e, più recentemente, la Pet-Proto robot , in grado di salire le scale, o pareti corte.
HACMS è il programma DARPA, che ha lo scopo di garantire che nessuno dei suoi sistemi che hanno vari tipi di funzionalità di rete, tra cui LS3 e Pet-Proto, subiscano danni e attacchi a distanza.
Gli scienziati NICTA lavorerà in collaborazione con altri membri di un consorzio internazionale guidato da Rockwell Collins, dove collaboreranno Boeing, Galois e l'Università del Minnesota. 
Il loro compito è più specifico per robot volanti, tuttavia, la squadra avrà bisogno di sviluppare una completa architettura, formalmente garantita per proteggere il sistema di controllo droni ed i relativi sistemi di comunicazione.
Anche se la priorità, è per i sistemi "volanti", ogni sistema di sicurezza e controllo, sarà esteso ai droni terrestri, tra i quali, ricordiamo il Legged Squad Support System, in sigla anche LS3, quello che in pratica, sostituirà quella che ad esempio per gli alpini era la funzione dei muli...
Nano Hummingbird UAV... Uno dei destinatari dei futuri protocolli di sicurezza. Ideale per osservazioni ravvicinate, ricognizioni discrete e per calcolare le forze avverse...


  LS3, il mulo robot. Autonomo, con possibilità di raggiungere coordinate assegnate dal comando, robusto e che può superare ogni tipo di terreno. Vitale per il supporto, la logistica, ma anche per il trasporto feriti...

domenica 18 novembre 2012

Montezemolo scende in campo: NOI con un governo di ricostruzione...

"Noi, con un governo di ricostruzione", è' quanto dice Luca Cordero di Montezemolo, alla convention della fondazione "Italia Futura", intitolata "Verso la Terza Repubblica"...


"Dopo le elezioni politiche dovremo contribuire in maniera determinante alla nascita di un governo costituente di ricostruzione nazionale. Un esecutivo di ampio respiro, credibile e competente che inizi il percorso fondativo della terza Repubblica".

"Non chiediamo al premier di prendere oggi la leadership di questo movimento politico. Ciò pregiudicherebbe il suo lavoro e davvero non ce lo possiamo permettere. Ci proponiamo di dare fondamento democratico ed elettorale al discorso iniziato dal suo governo perché possa proseguire", così ha detto Montezemolo, con sullo sfondo il logo della fondazione...

E, Montezemolo, ha continuato, elogiando il governo Monti, 
"..a cui va un ringraziamento per l'equilibrio con cui ha guidato un passaggio difficilissimo della nostra storia repubblicana...".
"Un anno positivo" lo ha definito Montezemolo, "soprattutto perché "in discontinuità rispetto ad una vecchia politica, di cui gli italiani erano disgustati".

Ora, ci sono molte cose da dire, su questa discesa in campo del buon "MontePrezzemolo"; intanto, cosa intende con NOI, perchè non credo che l'uomo comune, quello che oggi ha veramente chiarito, con se stesso, la situazione, pensi ad un NOI con Monti o Monteprezzemolo !!!

E, guarda caso, Casini ha elogiato l'iniziativa, il cui titolo, mai fu più assurdo: "Verso la Terza Repubblica"... Io, ancora mi chiedo, ma anche la plebaglia qualunquista, oggi si chiede, "ma perchè, quando ci sarebbe stata la seconda ?!?!"

Fanno e sanno tutto loro; Montezemolo, al pari del Sig. Monti, non sono espressione della società civile, di quella almeno che oggi ha il DIRITTO ed il DOVERE di dire BASTA. Non sono espressione di un popolo DEPREDATO dei sogni, del lavoro, dei quattrini !!!

Ma vado oltre, perchè il basta è insufficente; oggi servirebbe un maxi-processo, come quelli di mafia, dove trascinare migliaia di persone, quelle che hanno distrutto l'Italia, affamato il popolo, saccheggiato la cosa pubblica, arraffato a piene mani.
Gran parte dell'apparato, è da sbattere in galera, o quantomeno, da chiamare a questo maxi-processo, dove chiarire: COSA HAN FATTO IN QUESTI ANNI, oltre a prender dei ricchi emolumenti, le pensioni gonfie, i tripli o quadrupli incarichi dai quale sistemare ORDE di parenti e amici...
E Amato pensa ai giovani deputati, signori, ma cosa aspettiamo ancora, dico io, che ci vengano a sgozzare nei nostri letti, di notte !?

E, il Monteprezzemolo, parla di "DISCONTINUITA'", di italiani disgustati, ma in che senso ?!?!? Quale sarebbe stata, questa discontinuità ?!?
Tasse su tasse, sempre addosso ai soliti; NESSUN sistema per frenare la discesa, nessun aiuto per la piccola e media impresa, un DISASTRO TOTALE E SU TUTTA LA LINEA !!! Quand'è finito il nostro DISGUSTO ?!?!

E non serve a nessuno sentire i dati bankitalia; perchè il debito pubblico, la disoccupazione, e lo spread, sono dati artificiali che poco dicono, sul dramma che qui si è consumato, amici miei...
I consumi SONO FERMI AI MINIMI STORICI, guardatevi intorno, per scoprire quanti sono già nella melma, e quanti la stanno rischiando !!!
Abbiamo più tasse che capelli, che colpiscono qualunque cosa, la casa, l'auto, una qualunque esigenza, eccezion fatta per l'aria... E, nel frattempo, il fabbisogno dello stato NON è diminuito, perchè i tagli, sono stati solo annunciati !!! Un solo anno fa, stavamo peggio, questi luminari ci han detto; quando l'unico dramma, 12 mesi fa, erano la mancanza di quattrini per pagare gli impiegati dello stato !!! Questa era l'emergenza dei tecnici; emergenza sempre critica, anche per i politici, che hanno la loro naturale riserva di caccia in quel sottobosco, talmente fitto da aver tolto la luce alle querce !!!

Eppure, montezemolo, come Casini, osannano il "professore" i cui danni, si sommano a quelli degli unici altri che sono pronti ad osannare il professore, ovvero UE e FMI...

Non abbiamo più sovranità, ed il prossimo governo, dovrà fare i conti con questa verità; ma qualcuno, pensa ancora che si possa continuare così...

Perdiamo qui, e perderemo per sempre.

Ed ecco, perchè cicciano gli amici di Monti, ecco, perchè qualcuno si illude di avere gioco facile, alle prossime elezioni...
Ecco perchè, il popolo crede e crederà mille volte di più ad un comico, che non a mille signori e signorotti, tutti pronti a parlare di miracolo, dove miracolo non c'è.

Datemi un maxi-processo, e allora crederò che la seconda Repubblica, sia una cosa possibile, e non un'invenzione giornalistica !

martedì 13 novembre 2012

Dopo il gas dagli escrementi, oggi, anche l'energia dall'urina ! L' autonomia energetica, non è una chimera.

E arriva dall' africa, una di quelle notizie che proprio non ti aspetti; un progetto presentato da quattro studentesse africane, alla quarta edizione del Maker Faire Africa, che può dare un grande aiuto, non solo al continente africano...

Le nigeriane, Duro-Aina Adebola, Akindele Abiola, Faleke Oluwatoyin e Bello Eniola, hanno messo a punto un generatore in grado di produrre energia elettrica attraverso l’urina.

La fiera africana, riservata a piccoli inventori svoltasi nella città di Lagos, in Nigeria, dà nuova vita a un prodotto di scarto, sostituendosi al altre sostanze molto più inquinanti.

 Il meccanismo si fonda sulla separazione dell’idrogeno e, nello specifico, con un litro di urina sarà possibile avere ben 6 ore di alimentazione elettrica.

L’urina viene inserita in una cella elettrolitica che separa il gas.
Quest’ultimo viene purificato mediante un filtro e poi spinto nel cilindro del gas che a sua volta spinge l'idrogeno in un altro cilindro pieno di borace liquido, che rimuove l'umidità dal gas.

In questo modo si ottiene idrogeno purificato e filtrato, pronto per l’immissione nel generatore.
Il progetto è molto promettente, anche se sarà necessario adottare alcuni accorgimenti per la sicurezza, data la pericolosità dell'idrogeno che, a contatto con l'aria, si infiamma...

L'idrogeno, è una sostanza abbondante, su questa terra, ottima fonte di energia, con la quale abbiamo mandato anche missili, nello spazio... Eppure, stenta la sua diffusione nel campo dell'automotive, pur applicata da anni, a livelli sperimentali, o in altri campi industriali e civili...

E, se è una novità la possibilità di generare energia dall'urina, è invece già nota da anni, la possibilità di generare gas, dalle feci, con sistemi, tutto sommato, semplici che utilizzano miscelatori e contenitori stagni...

L'autonomia energetica, per piccole e non piccole comunità umane, è già da anni una possibilità non sfruttata, che potrebbe anche ridisegnare il nostro sistema di vita, il nostro sistema sociale...

Enormi interessi, ovviamente, spingono verso un'altra direzione; l'autonomia energetica, è e rimane oggi, un TABU' !!! Nonostante anche questa notizia, ci renda evidente l'esatto contrario.

Allarme sicurezza, nel paese del bengodi...

Non c'è un comparto, che funzioni come si deve, in questo paese; era vero anni fa ed è ancor più vero oggi, in tempi di crisi e di avanzata tremenda della povertà...
Se ieri il delinquentello si faceva la giornata saltuaria di lavoro, infatti, oggi, non trova più nulla; quindi, si ritorna nel giro della mala, sperando nella dea bendata, molto propizia in "itaGlia", per coloro i quali delinquono...
Le cronache, poi, ce lo chiariscono: più rubi, e più è difficile entrare nelle patrie galere...


Le dimensioni dell'emergenza sicurezza, oramai, sono enormi e tali da poter dichiarare morto, e quasi sepolto, lo stato di diritto; stato di dritti, più che altro...

Le dimensioni e le sfaccettature di questa ennesima piaga nazionale, sono infinite e ben lungi dal trovare una minima soluzione.

Ed i politici che ci governano, spesso, negli ultimi anni, hanno pensato di porre rimedio con proposte di leggi o leggi; ma non sono, ancora una volta lo dico, le leggi, a poter ridimensionare i fenomeni di devianza, fame, disperazione ed impunità, che uccidono e danneggiano la vita di milioni di cittadini, oramai...

Intanto, sia chiaro, il nostro paese non ha utilizzato alcun filtro, nessuna politica di selezione e controllo dei flussi migratori; ciò, solo per dire che, alla nostra delinquenza comune, organizzata o meno, si è aggiunta una importazione massiccia di nuovi soggetti idonei solo a delinquere.
E questi sono un danno, anche per gli immigrati regolari ed onesti, essendo i delinquenti nemici del paese, nemici di qualunque ipotesi di ripresa.

Leggetevi le news, locali e nazionali, se avete il fegato...
Furti, scippi, violenze continue, omicidi, sono quanto accade ogni giorno nelle nostre città e relativi hinterland; le nostre forze dell'ordine, oberate e con scarsità di mezzi, NON sono assolutamente il problema. 
Queste, anzi, se avessero carta bianca, ripulirebbero il paese, in meno di un mese; escludendo i palazzi del potere, ovviamente, per quelli forse manco l'atomica basterebbe...

Ma, battute a parte, il vero problema della sicurezza, non sono le forze dell'ordine, quanto la vanificazione continua delle azioni di contrasto alla criminalità, e degli arresti, da parte della magistratura.

La magistratura, oramai, vive in un mondo tutto suo; pensate, che un omicidio, spesso, porta a condanne di pochi anni e che l'ergastolo, praticamente non esiste più.

Se mai aveste modo di parlare con un carabiniere o un poliziotto operativo, chiedetegli quanto si fa un criminale per furto con scasso, per violenze private, per reati contro la persona o la proprietà; chiedetegli di spiegarvi come si arriva, quanto tempo ci vuole, prima di sbattere un soggetto fermato e rilasciato numerose volte, finalmente in prigione...

Chiedete e chiedetevi, come tutto ciò sia possibile.

Le leggi ?!? STRONZATE !!!

Quelle sono solo una piccola aggravante, utili a spiegare alcuni fenomeni recenti.
Ad esempio, mi chiedo, come sia stato possibile che ai tanti onesti "compro oro", negli ultimi anni si affiancassero innumerevoli attività illecite di riciclaggio, dove la ricettazione è prassi normale, ampiamente documentata da inchieste giornalistiche e da indagini della Guardia di Finanza...
In questo caso, come da rilevazioni di autorità autonome (ANAPO e AIRA, ad esempio), si è rilevata una correlazione tra la concentrazione massiccia di tali nuovi centri, e l'aumento dei furti nelle rispettive zone.

Le leggi, hanno aiutato la genesi di interi fenomeni corruttivi, e l'aumento della criminalità; ma le leggi, hanno soprattutto consentito che noi si importasse, per anni delinquenti...
La legge, non impedisce, ad alcune specifiche popolazioni, di entrare in Italia con ingenti somme di denaro, con le quali comperare attività intere, per centinaia di migliaia di euro, anche per milioni, talvolta...
Mentre al pensionato, contiamo i peli del culo, se osa prelevare troppo !
Abbiamo anche importato nuove mafie e capitali sporchi, le leggi hanno agevolato, e questo sempre, l'indebolimento delle attività serie, in ogni settore, poichè solo queste, sempre e comunque, si sono dovute mettere a norma, per dormire la notte...
E nuovi immensi spazi, e nuove energie malavitose, si sono affermate, allargando il giro della illegalità, della usura, dei soldi sporchi, del riciclaggio, e dei guadagni facili per alcuni.

Lo stato di diritto !!! Dove più si norma, più i diritti arretrano, altro che chiacchiere !!!

Le leggi, ci hanno dato anche l'indulto grazie al quale, anche condannati per omicidio, e crimini gravi, tali da configurare elevati livelli di probabilità di un ritorno a delinquere, sono ritornati a spasso...

E più lo stato ha normato, più i fenomeni di devianza, sono aumentati; perchè senza controllo, senza certezza della pena, nuove norme creano solo confusione e caos, indebolendo ulteriormente i soggetti sani, di questo sgangherato paese.
E non parliamo di problemi morali e culturali che lasci nei cuori delle vittime e relativi familiari, di chi ha amici e conoscenti, colpiti da crimini violenti, o comunque da chi ha subito danni ingenti, o meno, al patrimonio, alla serenità domestica, alla pace.
L'impotenza del cittadino è totale e sconfortante !

Uno stato che ci preleva tasse insopportabili, utili a farci pagare 2 VOLTE OGNI COSA, giustizia e sicurezza compresi, in realtà, ci rende questi servigi, ovvero, un paese nel caos totale, che non fa più quello che deve, da anni !!!

Il problema più grave, in definitiva e secondo me, è nella nostra magistratura.
Già; la magistratura, quella "cosa" di cui destra, sinistra e tecnici, non si sono mai ben occupati...
Un mondo a se stante di intoccabili, perchè, anche quando prendono cantonate clamorose, nessuno paga; MAI !!!

Uno dei tanti settori, che fa poco, fa male, fa con lentezza assoluta; a meno che, nel far qualcosa, non si conquisti l'attenzione dei media, nel qual caso, si muove eccome...

Io non so, da dove si può cominciare, per ipotizzare una ricostruzione di questo stato ridotto all'anarchia totale; di sicuro, senza il diritto, presto o tardi i cittadini preferiranno non fare più denunce, visto che le forze dell'ordine, oramai, di mestiere, prendono e poi rimettono in libertà migliaia di delinquenti incalliti.
E nel farlo, rischiano anche la vita, e la carriera, visto che li debbono trattare sempre coi guanti di velluto, anche quando di grandissimi farabbutti si tratti...

Chiedete un pensiero sulla questione ad un carabiniere, ad una ditta straniera che ha pensato di investire qui (in passato), chiedetelo ad una vecchietta, ad una donna che ha subito violenza, chiedetelo a chi vive nelle borgate, a chi ha subito violenze sul luogo di lavoro, a chi ha subito un furto in casa; chiedetelo a chi mai abbia avuto una vertenza con lo stato o con un privato, dovendo entrare in tribunale, chiedetelo in giro...

Questo non è più un paese civile; e non è nemmeno più un paese, che tenda, quantomeno a migliorare...

Se fosse per me, la ricostruzione, dovrebbe ripartire proprio dalla giustizia, perchè un cittadino comune, qua, nasce, cresce ed arriva all'età della ragione, con una sola e ferma convinzione: questo, non è un paese civile.

lunedì 12 novembre 2012

Carri armati in fuga...

Quante volte sarà successo, che un pazzo rubasse un blindato o un carro armato, per fare un bel giretto in città ?!
E chi può dirlo, ma di sicuro questi qui sono casi documentati.
Questo sotto è un vecchio M113, probabilmente rubato da un museo, siamo a Sidney e non mi pare abbia fatto troppi danni...

Il secondo che ho trovato invece, di danni, ne ha fatti parecchi; siamo a S.Diego, a sud di Los Angeles... 
Questo, non è un trasporto truppe, ma un vero e proprio carro armato che, come fossero di burro, appiattisce autoveicoli, spacca pali e idranti, qualunque cosa incroci. 

Il pilota, da come prende le curve, non mi pare molto pratico e grazie a Dio, non usa nessuno degli armamenti disponibili (forse essendone sprovvisto al momento del furto). Impressionante, comunque sia, i danni che riesce a fare in poco tempo...


Qui sotto, lo stesso pazzo di S.Diego...


Solo due casi, documentati, speriamo nessuno li imiti mai, perchè se non ci sono stati morti è solo per miracolo !!! 

Sicuramente, per la mancata custodia, più di qualcuno avrà pagato !!!

In 321.210 per il concorso insegnanti...

Il 7 novembre, sono scaduti i termini del bando di concorso a cattedre, voluto dal ministro Profumo.
Ed il Ministero, ha dato i numeri, sui quali è bene fare una riflessione.

I posti disponibili sono 11.542; i partecipanti, di cui ben due terzi NON vengono dalle graduatorie, sono 321.210 !!!

Questei numeri dimostrano, secondo il dicastero, "quanto sia sentita nel mondo della scuola e tra gli aspiranti docenti la necessita' di avviare una procedura di reclutamento anche per via concorsuale. Specialmente tra le donne, i giovani e gli aspiranti docenti non iscritti alle graduatorie ad esaurimento".

In realtà,quello che è sentito, è la necessità di un lavoro, di una retribuzione fissa, stabile, sicura...

Il ministero, aveva previsto 160.000 domande, siamo andati molto oltre.
258.476 sono donne, i restanti 62.734, uomini.
Due terzi degli aspiranti insegnanti, non proviene dalle graduatorie ad esaurimento; sono 214.453, contro i 106.757 provenienti dalle liste.

Insomma, la maggioranza è costituita di persone che spesso non hanno insegnato, che non insegnano, che fanno altre professioni e che sognano il posto fisso. 

L'eta' media dei canditati e' di 38,4 anni. Di poco piu' alta e' l'eta' media degli uomini (40 anni) rispetto a quella delle candidate donne (38 anni). Nello specifico, la maggior parte dei candidati (158.879) ha un'eta' compresa tra 36 e 45 anni. Seguono i 113.924 candidati con un'eta' pari o inferiore ai 35 anni e i 45.595 con un'eta' compresa tra i 46 e i 55 anni. I candidati con un'eta' superiore a 55 anni sono 2.812.

Considerati gli ordini di scuola scelti dai candidati, le domande si distribuiscono in modo pressoche' omogeneo, spiega il ministero. Il 26,2% delle domande riguarda i posti disponibili nella scuola dell'infanzia, il 26,6% la scuola primaria, il 20% la secondaria di I grado e il 27,2% la secondaria di II grado.

Circa la meta' delle domande di partecipazione al concorso proviene da aspiranti insegnanti del Sud: sono 164.827 (51,3%). Percentuali minori per le domande provenienti dalle regioni del Nord (29,3%, 93.963 domande totali) e del Centro (19,4% 62.420 domande totali). La Regione con il maggior numero di domande in assoluto e' la Campania con 56.773 candidati. Segue la Sicilia con 45.773 candidati. Poi vengono Lombardia 38.387 e Lazio 32.799.

sabato 10 novembre 2012

Verso lo sblocco, i fondi UE per l'Emilia. Ma quanta amarezza...


Parlamento, Consiglio e Commissione Ue hanno raggiunto un'intesa di principio per arrivare allo sblocco dei fondi per l'Emilia.
L'intesa sarà formalizzata nell'ambito dell'accordo complessivo che dovrebbe essere raggiunto martedì prossimo quando riprenderanno i negoziati sui bilanci 2012 e 2013. 

Com'è noto, Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gb avevano in un primo momento bloccato gli aiuti Ue, non intendendo aderire in pieno al fondo solidarietà.

I negoziati sui bilanci rettificativi Ue del 2012, inclusi gli aiuti per il terremoto in Emilia ed Erasmus, e sul bilancio Ue 2013, sono ''sospesi sino a martedi''', ha annunciato il portavoce del commissario Ue al bilancio Janusz Lewandowski.

Non si arriverà, quindi, ad un muro contro muro come pareva essere stato per l'intera giornata.

In pratica, anche se tutti i Paesi hanno riconosciuto che l'Italia ha diritto ai finanziamenti del Fondo di solidarietà Ue, approvando formalmente la decisione, Germania, Olanda, Finlandia, Gran Bretagna e Svezia non vogliono però "pagare il conto".

I 27 si sono riuniti per decidere anche sul bilancio rettificativo 2012, per cui la Commissione ha chiesto in più la cifra record di 9 miliardi, e anche sul bilancio 2013, per cui sempre la Commissione ha chiesto un aumento del 7% rispetto a quello dello scorso anno.
Questi cinque Paesi sono contrari anche a queste richieste dell'esecutivo comunitario, adducendo il fatto che data la crisi bisogna ridurre le spese. 


I soldi che la Commissione chiede, però, sono quelli già stanziati per i progetti del bilancio 2007-2013, che essendo ora giunto al termine deve saldare i conti e pagare le fatture dovute agli stessi stati membri.

"Ora sono arrivate le 'bollette' da pagare: cosa dovrei farne, ignorarle e buttarle nel cestino della spazzatura?", ha detto il commissario Ue al bilancio Janusz Lewandowski ai ministri riuniti a Bruxelles.

I negoziati tra Commissione, Consiglio e Parlamento per cercare di arrivare a un'intesa complessiva si prevedere che dureranno tutta la notte.

Entrando, nello specifico, sulla questione emilia, questi tentennamenti, bastano a farci gridare vergogna !!!


A me, è saltata all'occhio la mappa sismica d'Europa, ve la debbo spiegare !?

Quei cinque paesi, che hanno espresso l'iniziale diniego, e che domani ci diranno di aver scherzato, non sanno cosa sia il rischio sismico. 

Credo che oramai, siano in milioni, in tutta l'unione, ad interrogarsi su quale sia la reale natura e funzione di questo "frankenstein" storico, che chiamiamo unione europea. 

NON una unione di popoli, ma fin qui, una sterile unione monetaria che ha impoverito milioni di cittadini, che si va dotando di strumenti sempre più inefficaci per affrontare la situazione storica che viviamo, peraltro, derubando fette sempre più grande della sovranità di ALCUNI stati...

Cediamo risorse, e sovranità, ad una unione di interessi diversi, che sembra sempre più delineare un gruppo composito, dove, sempre più spesso, sono evidenti gli egoismi, anche da parte di un mercato, dove i miliardi si muovono secondo strani e costanti direttrici...

"Ognun per se e Dio per tutti", anzi, NO, Dio è stato escluso dalle carte europee...

Già, l'unica radice comune, quella cristiana, non va nominata, è stata negata...
Noi, che siamo il terzo stato a contribuire, a questa unione di diversi, siamo in questa paradossale situazione di dover elemosinare, QUANTO CI DEBBONO; di doverci difendere, da quelli che nominalmente, sono nostri amici, alleati e compartecipanti a questo immenso esperimento politico, economico e civile...

Un'esperimento, signori miei, che non ha preso la piega giusta; oramai è chiaro a tutti.

E gli europei, non solo italiani, hanno cominciato a capire che, i vertici europei, non riescono a dare una risposta comune mai, soprattutto sulle questioni cruciali.
Soprattutto adesso, che le difficoltà riguardano ognuno degli stati appartenenti, Germania compresa.

Se un domani, (speriamo mai), arrivasse un sisma importante in Grecia, quale sarebbe la reazione dei cinque suddetti stati ?! 
Pensateci; in milioni, già muoiono di fame e senza assistenza medica, per soddisfare le imposizioni tedesche (i tempi, soprattutto) sulla Grecia. 
Figuratevi se ci fosse una calamità naturale in quel disgraziato paese, derubato dai politici nazionali e, poi, bastonato di nuovo dalla UE !!!
Neanche un euro, arriverebbe, ai già piagati fratelli ellenici, neanche un solo euro !!!

Perchè se un paese che è il terzo contributore di questa unione, dopo l'aggressione dei mercati, dopo fior di "compiti a casa", è costretta ad alzare la voce per avere quanto gli spetta, per aiutare una zona ricca e produttiva come l'Emilia, figuratevi cosa su succederebbe se toccasse alla Grecia !!! 

Oramai, abbiamo ceduto sovranità, abbiamo troppo dato, per tornare indietro.
Voglio solo sperare, per il futuro, ammesso che ce ne sia uno possibile, insieme, che il nostro stato, eviti e con forza di recepire supinamente altre direttive, che sono sempre altri quattrini detratti alle aziende ed ai privati cittadini...

Voglio solo sperare, che, al pari dei sopra citati stati, si cominci a valutare con attenzione i PROPRI INTERESSI NAZIONALI, perchè negli ultimi mesi, sono molti, anzi, troppi i segnali che alcuni paesi (avantaggiati, peraltro), stanno lanciando.

L'Italia, in questi giochi egoistici ed in questi sbilanciati, continui, negoziati, è da molti mesi in affanno; è ora di PIANTARLA.
Noi, non siamo la Grecia, e neppure la  caparbia (giustamente) Spagna; noi siamo poco meno dei francesi, quindi è ora che il nostro svantaggio politico, sia recuperato da quella massa di caproni che parlano per noi, nel vecchio e lento consesso europeo (presunto europeista).

E non si capisce poi il Presidente della Repubblica, quando si allarma dei sentimenti antieuropeisti !!!

Questa vicenda, e molte altre, ci delineano OGGETTIVAMENTE la soggezione politica cui siamo sottoposti.

Siamo in un covo di serpi, e non a casa nostra.

Eppure, paghiamo e pagheremo sempre più, immensi tributi, per restarci.
E non parlo solo di tributi diretti, quanto pure di quelle odiose direttive, che hanno significato in questi drammatici anni, miliardi di danni per tutti noi !!!

Voler fare la media di tutto, volendo dare a tutti un comune minimo denominatore, è una FOLLIA, visto che non agiamo tutti, in sistemi omogenei. A dirla tutta, siamo il fanalino di coda in molte e molte cose; quindi risulta folle, aver voluto tentare di uniformare i sistemi bancari, creditizi, assicurativi e molto altro ancora, con economie e popoli, così differenti da noi.

QUESTA europa, di questi burocrati non eletti da nessuno, è un suicidio inaccettabile per il nostro paese, per il nostro popolo.ù

O lottiamo, o moriremo; temo che se la nostra politica, in seno all'unione, rimarrà questa, purtroppo, non ci saranno speranze...
Fin qui, l'Italia è il paese che ci ha rimesso più di tutti, a stare nell'Unione.
E' ora di piantarla.

giovedì 8 novembre 2012

Amor di Patria, per legge...

Il Senato, ha approvato, in via definitiva, con 208 si', 14 no e due astenuti il ddl che promuove l'insegnamento dell'Inno di Mameli nelle scuole.

Istituita, inoltre, la ''Giornata dell'Unita' della Costituzione dell'Inno e della Bandiera'' il 17 marzo.

Il provvedimento e' legge.

Lo scopo di tutto ciò, è quello di "promuovere i valori di cittadinanza e di consolidare l'identita' nazionale" e mantenere vivo il senso di appartenenza civica.

Il provvedimento prevede, inoltre, che, nell'anno scolastico 2012-2013, siano organizzati, nelle scuole di ogni ordine e grado, percorsi didattici e iniziative per informare sul significato del Risorgimento e sulle vicende che hanno condotto all'Unita' nazionale e all'approvazione della Costituzione.

Ora, vedete, io sono qui da mesi a sgolarmi nel denunciare la drammaticità della situazione nella quale il paese versa...
Ho spesso citato i dati economici, i numeri di un tracollo indotto che ha reso, l'ottava potenza mondiale, l'ombra di se stessa, in pochi anni, in pochi mesi...
Ho parlato di un dramma nazionale, della totale DEFICENZA della nostra classe dirigente corrotta, incapace, selezione del peggio di quanto c'è nel popolo... Il distillato del peggio, veleno puro !!!
Ho spesso segnalato i drammi delle di aziende che chiudono, delle famiglie distrutte dall'angoscia, delle file alla Caritas, dei suicidi/omicidi di stato...

E' questa l'Italia del 2012, è questa la Patria nostra amatissima, messa in ginocchio, e buttata ai piedi dell'europa tedesca, anche grazie ad un pugno di inetti e milioni di lecchini, zerbini e clienti.

E, ORA, in un contesto simile, IN QUESTO preciso MOMENTO STORICO, uno dei più fetidi parlamenti che si siano mai visti, ci partorisce questo provvedimento ?!?

Ma, scusate, a parte il no dei leghisti, che mi fa ridere quasi quanto il provvedimento stesso, ma non ci rendiamo conto della assurdità, della presuntosa prepotenza di chi pretende di governarci, in questo dannato, folle, surreale paese ?!?

Da una parte, la cronaca ci racconta di un paese violento ed ingiusto sui cittadini, opprimente, tassarolo, infame sui deboli, ma zerbino con l'europa, con la Merkel, la UE, con chiunque, guardate, ne abbiamo date di prove di debolezza...

Dall'altra, questi inetti, che non sanno gestire NULLA, hanno la pretesa di regolamentare tutto !

Continuano, questi DECOTTI luminari, questi CADAVERI, avversati da TUTTI gli italiani dabbene, a credere che con le leggi si possano sistemare le cose !?!?
Pensate, ad esempio, a quanto stanno discutendo sulla legge elettorale !
Secondo loro, basta una buona legge elettorale, per risolvere i problemi del paese ?! Per questo si cambia in continuazione, per migliorare qualcosa ?!

 STRONZATE !!!

Qui si legifera, solo per non fare quello che DAVVERO SERVE, o lo si fa,  per una precisa, specifica esigenza; con la legge elettorale, ad esempio, i vari partiti cercano ognuno di avere un vantaggio aggiuntivo, ecco perchè non si mettono d'accordo, stì maledetti !

E, licenziando questo provvedimento, mi chiedo, quale sarebbe l'intento ?!?
LA CITTADINANZA, IL SENSO CIVIVO,L'IDENTITA' NAZIONALE, NON SI POSSONO CONSEGUIRE CON LE LEGGI !!!

E, alle future generazioni, più che l'inno di Mameli, servono
ESEMPI CONCRETI DI ONESTA'
PARI OPPORTUNITA' DI CRESCITA E VITA
LAVORO E PROSPETTIVE !!!

ALTRO CHE PUGNETTE !
SVERGOGNATI !!!

Io, che amo veramente la mia Patria (che non è la vostra),  ma che rispetto ormai SOLO E SOLTANTO LA BANDIERA, UNICO COMANDANTE SUPREMO; io, che mi metto la mano sul cuore, quando sento l'inno, io, che la bandiera la vivo tutti i giorni con la mia buona condotta, io, un PATRIOTA VERO, dico che questo provvedimento, ORA, mi fa cagare, mi irrita, mi fa schifo quanto voi...

Penso di aver chiarito quanto volevo significare, e non voglio aggiungere altro, su questa storia, che mi DISGUSTA al pari del monumentale furto che vivo ogni giorno, per favorire un'apparato di capre e ladri...

FALSI, IPOCRITI, MALEDETTI; hanno ipotecato, la vita nostra, e quella dei nostri figli, ci hanno DISTRUTTO la vita, pur di favorire amici, parenti, mediocri e dementi, e, ORA, ci vogliono anche fieramente italiani ?!?!

Io, ho giurato sulla Bandiera, non su di voi, che meritate di esser condannati per alto tradimento TUTTI, dal primo all'ultimo.

L'amor di Patria, non si impone; LADRI !!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...